Piano di Studio 21


Il Piano di studio 21 è un progetto della Conferenza Svizzera Tedesca dei Direttori Cantonali della Pubblica Istruzione (D-EDK): armonizza gli obiettivi della scuola dell’obbligo nella Svizzera tedesca applicando inoltre le direttive di politica educativa della Costituzione Federale (BV Art. 62 (4).
Il Piano di studio 21 rende possibile e semplice il passaggio tra le scuole dei diversi cantoni. Gli obiettivi di apprendimento sono descritti sotto forma di competenze, poiché la conoscenza da sola non basta: gli alunni devono essere in grado di applicarla. Di norma, le descrizioni iniziano con: “Gli studenti sanno…”.
Esso è valido per gli undici anni di scuola dell’obbligo, dall’ammissione all’asilo fino al completamento della terza classe della Scuola Secondaria di Primo grado.
La Scuola Svizzera di Roma segue le direttive del Piano di studio 21 e le applica in tutti i settori disciplinari, nei quali gli allievi acquisiscono le competenze richieste durante la scuola dell’obbligo.

«Con l’orientamento delle competenze si delinea una visione modificata dell’insegnamento. L’apprendimento è percepito sempre più come un processo attivo, autodiretto, riflessivo, situazionale e costruttivo.» (Elementi di base per il Piano di studio 21, D-EDK)

Un esempio di lavoro con le competenze:
Durante la lezione di tedesco viene letto un racconto (ambito di competenza lettura), se ne discute (ambito di competenza parlato) e in seguito, a gruppi, ne viene studiata una rappresentazione scenica (ambito di competenza coscienza letteraria). Vengono così esercitate anche competenze trasversali. Le competenze disciplinari e trasversali di diversi livelli vengono solitamente elaborate congiuntamente nel quadro di un progetto di insegnamento.